All posts by Redazione

Giornata internazionale contro la schiavitù

Istituzionalizzare la memoria, impedire l’oblio, richiamare il ricordo di una tragedia lungamente occultata o sconosciuta e restituirle la collocazione che deve essere la sua nella coscienza degli uomini, è, in effetti, rispondere al nostro dovere di memoria. (Koichiro Matsuura – direttore generale UNESCO 1999-2009). 23 agosto 1791 – Nella notte tra il 22 e il 23 agosto a Santo Domingo (l’attuale Haiti e Repubblica Domenicana) si verifica una rivolta determinante per la l’abolizione della tratta transatlantica degli schiavi, condotta da Toussaint Louverture, il primo generale nero della storia di Santo Domingo che si conclude – per la prima volta nella […]

L’articolo Giornata internazionale contro la schiavitù sembra essere il primo su Felicità Pubblica.

LIBRI. I MILANESI AMMAZZANO AL SABATO DI SCERBANENCO

DI CECILIA CHIAVISTELLI Un ritorno alle origini del giallo italiano con Giorgio Scerbanenco. I suoi numerosi libri, non deludono mai, e così è anche per “I milanesi ammazzano al sabato”. Già dalle prime pagine si incontrano persone, non personaggi, si entra nel loro mondo reale attraverso i dettagli, descritti in modo così raffinato e profondo […]

ISCHIA, BORRELLI “CASE CON MATERIALI SCADENTI”

“Molte costruzioni crollate o danneggiate sono state realizzate con materiali scadenti, con tecnologie di costruzione che non rispondono ad alcuna normativa vigente o pre-esistente. Per questo alcuni palazzi sono crollati o sono stati gravemente danneggiati”. Lo ha detto il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli durante il punto stampa a Casamicciola, a Ischia. 

Borrelli ha sottolineato che “è finita” la fase delle operazioni di soccorso, per la quale “sono stati impiegati oltre 650 uomini. Inizia ora l’attività di assistenza alla popolazione” e che sono già “200 gli sfollati negli alberghi, ma è un numero che potrà crescere”. “La Procura non ci ha ancora chiesto alcuna relazione”, ha aggiunto. 

Sono ancora in corso le attività di recupero dell’ultimo disperso a seguito del terremoto che nella serata di ieri, lunedì 21 agosto, ha colpito l’isola di Ischia. Il bilancio è, quindi, al momento, ancora di una vittima recuperata – la donna coinvolta nel crollo parziale della facciata della chiesa di Santa Maria del Suffragio – e di una seconda non ancora estratta, entrambe nel comune di Casamicciola. Sono invece state recuperate vive dalla palazzina crollata in località La Rita di Casamicciola sei persone, tre bambini, due donne e un uomo. Lo rende noto la Protezione Civile. 

La Asl Napoli 2 nord, da cui dipende l’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, ha comunicato invece che sono state 42 le persone assistite dai medici dell’ospedale, 16 delle quali sono state ricoverate. Per uno dei feriti è stato, inoltre, necessario provvedere al trasferimento nella notte di ieri presso l’ospedale Cardarelli di Napoli. 

Continuano, invece, le attività di assistenza alla popolazione e quelle volte a verificare l’agibilità delle strutture, in particolare edifici scolastici e alberghi, che potrebbero ospitare coloro che non possono rientrare nelle proprie abitazioni e non hanno una sistemazione alternativa. Dalle domande finora raccolte dai Centri Operativi Comunali (COC) attivati a Casamicciola e Lacco Ameno sono circa 200 le persone che avranno bisogno di essere assistite per la notte. Ma è un numero in continuo aggiornamento.

Sono, infine, oltre 650 gli uomini e 120 i mezzi, comprese le motovedette e gli elicotteri, messi in campo anche da fuori regione dalle strutture operative – vigili del fuoco, forze di polizia e armate, volontariato di protezione civile, dipartimento nazionale, strutture sanitarie, di protezione civile regionale e comunali – per garantire le attività di ricerca, soccorso e assistenza alla popolazione.

REMOCONTRO. BARCELLONA: TERRORISTI IN FRANCIA PRIMA DELL’ATTACCO

DI PIERO ORTECA https://alganews.wordpress.com/ Alcuni della cellula terroristica degli attentati di Barcellona erano in Francia poche settimane prima. Younbes Abouyaaqoub, il killer della Rambla ucciso ieri nei vigneti di Soubirat, avrebbe fatto 34 chilometri a piedi per sfuggire ai posti di blocco. I due attentati hanno fatto 15 morti, tra cui 3 italiani, e 134 […]