8 domande sulla sessualità dopo il bebè

Senza categoria

Mia Immagine

Una buona sessualità è un collante del rapporto e per questo è importante che la ripresa avvenga serenamente. Con l’aiuto di Stefania Piloni, ginecologa, responsabile dell’Ambulatorio di medicina naturale dell’ospedale San Raffaele di Milano, cerchiamo di chiarire i dubbi più frequenti.

1) Dopo quanto tempo posso riprendere ad avere rapporti dopo un parto vaginale?

In genere si consiglia di riprendere i rapporti sessuali dopo quaranta giorni circa dal parto, per permettere ai tessuti di ritornare del tutto alla normalità, soprattutto se sono stati praticati punti di sutura; comunque è sempre meglio eseguire prima una visita di controllo ginecologica. Ovviamente, la limitazione riguarda solo la penetrazione, mentre tutto il resto… è permesso.

Mia Immagine

2) Con un cesareo i tempi sono diversi?

No, perché comunque l’utero deve avere il tempo di tornare alla condizione di partenza; il collo ad esempio deve essersi ben chiuso, altrimenti aumenta il rischio di infezioni. Anche in caso di cesareo, quindi, la regola del controllo ostetrico deve essere rispettata.

3) Sentirò dolore con la penetrazione?

Spesso i punti applicati in seguito a lacerazioni spontanee o all’episiotomia possono provocare fastidio e a volte dolore durante il rapporto, anche per alcune settimane dopo essere stati eliminati. È importante curare l’igiene intima per prevenire infiammazioni vaginali alle quali si è più predisposte nelle prime settimane di puerperio. Per ridurre il dolore della cicatrice, si può applicare localmente una crema alla calendula che ha un’azione antinfiammatoria e cicatrizzante. E durante i rapporti usare un lubrificante specifico.

4) L’aspetto dei genitali esterni è un po’ cambiato. È normale?

La vagina appare sicuramente più dilatata e i genitali sono arrossati, un po’ tumefatti e congestionati. Ma qualche settimana dopo il parto tutto torna come prima.

5) È vero che potrei sentire meno piacere?

Può essere così nei primi rapporti, per il fastidio provocato dalle lacerazioni e poi perché la vagina è più ampia e le sensazioni meno intense. Anche in questo caso, passato qualche mese, la situazione rientra nella normalità.

6) Ci sono delle posizioni più indicate quando si riprendono i rapporti?

Stare sopra il partner aiuta a controllare meglio la penetrazione. Anche la posizione sotto il compagno non dovrebbe comunque creare problemi. Meglio però non sollevare troppo le gambe: in questo modo si sollecita troppo l’utero e si può provare fastidio.

7) È vero che anche lui potrebbe avvertire un po’ di differenza?

L’uomo nei primi tempi potrebbe sentire che la vagina “avvolge” meno; è una condizione fisiologica ma transitoria. È molto utile praticare semplici esercizi per la ginnastica perineale, ossia di contrattura e rilasciamento dei muscoli della zona, che il ginecologo può spiegare alla donna. Così la vagina recupera più in fretta la sua elasticità.

8) Dopo il parto è più difficile raggiungere l’orgasmo?

All’inizio può esserci un certo irrigidimento a lasciarsi andare, soprattutto se la donna ha subìto lacerazioni piuttosto importanti. Ma con la complicità del partner, dando molto spazio ai preliminari, si recupera facilmente. Anzi, molte affermano di provare più piacere proprio perché con la maternità si sentono ancora più donne.

di Laura D’Orsi

Mia Immagine