Brutti strascichi dopo un aborto

Senza categoria

Mia Immagine

ragazza disperata

Buongiorno, ho 33 anni e a febbraio 2016 ho inziato a prendere la pillola per problemi alle ovaie e come anticoncezionale, essendo molto precisa l’ho sempre presa regolarmente senza mai ritardare nè dimenticare nè assumere farmaci, non ho avuto vomito o altro che potesse interferire.

Mia Immagine

A luglio scopro di essere incinta di due mesi, neanche il mio medico ha saputo spiegarsi come, dato che non c’erano stati problemi nell’assunzione della pillola. Avendo una situazione travagliata decido di non tenere il bambino e a fine luglio ho abortito. Pensavo di aver superato bene la cosa, ma adesso a distanza di mesi non riesco a vivere bene la mia vita intima, pratico rapporti protetti nonostante il medico mi abbia scritto un’altra pillola più forte, che prendo sempre regolarmente come l’altra, ma non mi fido di nessun metodo contraccettivo ho paura di restare incinta comunque. Ultimamente poi faccio sogni ricorrenti in cui tengo in braccio un bambino con la paura di farlo cadere. Ho continuamente bisogno di fare test di gravidanza per assicurarmi di non essere incinta, questa è ossessione lo so…Come posso superare questo periodo?

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

L’aborto non è un’esperienza semplice da affrontare per una donna. spesso restano gli strascichi anche a distanza di tempo e anche quando si pensa che si è superato l’evento. Rifletterei maggiormente sulla paura di avere un bambino e su ciò che per lei può rappresentare una gravidanza. Alcune volte è anche opportuno farsi sostenere psicologicamente per affrontare il periodo e per comprendere fino in fondo la causa del proprio malessere.

Mia Immagine