RIFIUTI ABBANDONATI IN CONDOMINIO – PRIMA PARTE

Senza categoria

Mia Immagine

Di chi è la responsabilità in caso di abbandono di rifiuti

In caso di abbandono di rifiuti nell’area condominiale, da parte di eventuali terzi, si pone il problema della responsabilità che grava sull’amministratore o sui condomini.

In questi casi è necessario fare una distinzione, se il terzo è un soggetto noto, pensiamo nel caso di appalto a un’impresa che effettua lavori edili all’interno del condominio; oppure se il terzo non sia noto e  si sia disfatto di qualche suo bene lasciandolo nell’area condominiale.

Mia Immagine

Lavori svolti dall’impresa all’interno del condominio

La giurisprudenza maggioritaria, esclude la responsabilità in caso di produzione di rifiuti da parte di un’impresa che effettua lavori nel condominio, in capo al committente, quindi del condominio in persona dell’amministratore, e ai proprietari, cioè dei condomini, nonché al direttore dei lavori; quindi dell’amministratore quando agisce in qualità  di direttore dei lavori.

Questi soggetti, non hanno un onere di controllo della gestione dei rifiuti da parte dell’impresa, salvo quanto risulta nei casi concreti.

La responsabilità dell’amministratore verso il condominio

Sulla base della previsione contenuta nell’articolo 1130, comma 1 n. 4,  codice civile, è onere dell’amministratore, compiere atti conservativi relativi alle parti comuni dell’edificio.

L’amministratore, in quanto soggetto che deve porre in essere, atti conservativi dei beni comuni, deve comunque attivarsi per risolvere l’eventuale problema dell’abbandono dei rifiuti.

Per quanto riguarda la responsabilità del condominio, l’eventuale provvedimento dell’autorità sarà  emesso nei confronti dello stesso, il quale eventualmente, se sussisteranno le condizioni, potrà  valutare se rivalersi sull’amministratore.

Lo smaltimento dei rifiuti

Il D.Lgs. 152 del 2006, all’articolo 192, dice che chi abbandona i rifiuti deve procedere alla rimozione, al  recupero o allo smaltimento degli stessi ed al ripristino dello stato dei luoghi, in solido con il proprietario e con i titolari di diritti reali o personali di godimento sull’area, ai quali tale violazione sia imputabile a titolo di dolo o colpa, in base agli accertamenti effettuati, in contraddittorio con i soggetti interessati, dai soggetti preposti al controllo.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

L’articolo RIFIUTI ABBANDONATI IN CONDOMINIO – PRIMA PARTE sembra essere il primo su Condominio.it.

Mia Immagine