Morte dignitosa per Charlie e minacce di morte per i medici

Senza categoria

Mia Immagine

1 minuto (tempo di lettura)

Sono arrivate notizie sconvolgenti per i medici che hanno deciso di voler staccare la spina al piccolo Charlie in quanto non esistono soluzioni alternative, ma i genitori li difendono.

Ieri, domenica 23 luglio alle 15, dinnanzi al Gosh (Great Ormond Street Hospital) uno dei più privilegiati ospedali pediatrici londinesi, si è tenuta una veglia per Charlie Gard, malato di una rara sindrome di deplezione del Dna mitocondriale degenerativa che è stato ricoverato nella struttura dall’ottobre del 2016. Tale caso verrà nuovamente discusso oggi lunedì 24 luglio, dall’Alta Corte di Londra, ma mentre tutto il mondo attende con ansia questo istante, arrivano le sconvolgenti notizie che riguardano i medici del piccolo Charlie che fino a questo momento hanno sempre affermato che l’unica soluzione sarebbe staccare la spina: per loro arrivano le minacce di morte.

Mia Immagine

charlie grad-3La madre e il padre hanno fatto ricorso a tutto ciò a cui loro era permesso pur di dare qualche chance al loro figlio, ed è stato in tale momento che la storia è divenuta virale circolando sul web, provocando nei cuori di tantissime persone di ogni parte del globo, un grande sentimento di compassione, commozione e di speranza che è riuscito a far intervenire anche gli ospedali più importanti in modo che Charlie potesse ricevere cure adatte per migliorare le sue condizioni salute e per raggiungere quella speranza voluta dai genitori.

Mary McLeod, presidente del Great Ormond Street Hospital ha confermato dichiarando di aver capito il perché questa vicenda ha prodotto così tanta compassione nelle persone, ma qualcosa è andato ben oltre. Infatti, alcuni medici ed infermieri dell’ospedale hanno dovuto affrontare atteggiamenti ostili in strada, di cui molte sono pesanti minacce di morte in quanto la loro sentenza nei riguardi del piccolo Charlie non è stata apprezzata da alcune persone. Inoltre, i genitori di Charlie hanno voluto dire la loro su questa orribile vicenda, dichiarando che bisogna accettare che le persone esprimano opinioni differenti, ma è presente anche un limite davvero sottile che non può essere oltrepassato, schierandosi così dalla parte dei medici del Gosh e dando valore per primi al significato delle loro parole.

 

Katia Di Luna  

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.
Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.

The post Morte dignitosa per Charlie e minacce di morte per i medici appeared first on Voci di Città.

Mia Immagine