BARI, INTESA UNIVERSITÀ-CONFINDUSTRIA

Senza categoria

Mia Immagine

Formare esperti giuridici d’impresa e consulenti del lavoro, intercettando i bisogni formativi di un mercato del lavoro in continua evoluzione. Con questi intenti è stato firmato stamattina nella sede di Confindustria Bari e BAT, il Protocollo d’Intesa fra Confindustria e Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari, con cui si è dato vita al corso di laurea triennale in Consulente del Lavoro e operatore di impresa che partirà a settembre prossimo. Un percorso formativo che accanto alla conoscenza di base del diritto, offre una formazione specifica nelle materie di ambito giuridico ed economico, con particolare riferimento al diritto del lavoro, dell’economia e dell’impresa. Per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro dei laureati, il corso prevede attività teorico-pratiche ad integrazione del percorso di studi e include il tirocinio obbligatori. Inoltre, il corso abilita a sostenere, previo tirocinio, l’esame per l’iscrizione all’ordine professionale dei consulenti del Lavoro. 

Mia Immagine

“Il Protocollo – ha detto il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Bari e BAT, Mario Aprile – è frutto di una sinergia fra Confindustria e Università al fine di creare delle figure professionali che possano essere più consone alla domanda delle imprese”. 

“Ci troviamo attualmente in una situazione – ha spiegato – in cui abbiamo da una parte una disoccupazione giovanile che vola a tassi altissimi, si parla addirittura del 35-36%, e dall’altra noi imprenditori notiamo che abbiamo il 22% delle posizioni aperte che non riusciamo a colmare, non trovando figure professionali in grado di colmare questo gap. Dalla firma di questo protocollo – ha aggiunto Aprile – ci aspettiamo la creazione di figure professionali che possano avere delle competenze in ambito giuridico e consulenziale del lavoro, che possano corrispondere a quello di cui le nostre imprese hanno bisogno. Una forma di istruzione anglosassone – ha concluso – in cui le imprese si dotano al loro interno della figura del consulente del lavoro, che abbiano capacità e potenzialità di ricoprire ruoli come responsabile del personale”. 

“Noi siamo consapevoli – ha detto il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari, Roberto Voza – della necessità di allargare la nostra offerta formativa in vista di sbocchi professionali che si aggiungono a quelli tradizionali, cioè alle professioni giuridiche tradizionali che sono l’avvocatura, la magistratura e il notariato”. 

“Noi siamo convinti – ha continuato – che le competenze giuridiche possano e debbano essere messe al servizio del sistema imprenditoriale dove c’è un ampio spazio per la figura del giurista. Un giurista al servizio delle imprese che mette al frutto le proprie competenze specialistiche in questo ambito – ha aggiunto -, a dimostrazione del fatto che il diritto oggi svolge una funzione essenziale al di là delle tradizionali prospettive alle quali il corso di giurisprudenza è storicamente orientato. Con questo protocollo – ha spiegato Voza – sviluppiamo una collaborazione forte con Confindustria per supportare i nostri studenti nella ricerca di aziende e Enti presso cui svolgere un tirocinio formativo ante lauream che è una tappa obbligatoria in questo percorso di studi. Questo corso di laurea triennale nuovo che parte a settembre – ha sottolineato – prevede un’attività formativa obbligatoria sul campo che deve necessariamente completare il percorso di studi e in questo Confindustria, oggi, mette a disposizione il proprio know how, le proprie esperienze – ha ribadito – per supportare l’università sia nella ricerca a svolgere attività di formazione sul campo e la disponibilità del sistema imprenditoriale ad accogliere i nostri studenti”. 

“Confindustria – ha concluso Voza – si dichiara disponibile a collaborare nella costruzione di un percorso formativo che veda il sistema delle imprese contribuire alla formazione dei nostri studenti”.

Mia Immagine