Kennedy, l’assassinio e il fucile misterioso ritrovato a Pistoia

Senza categoria

Mia Immagine

1 minuto (tempo di lettura)

Si tratta di una delle vicende più misteriose, affascinanti, controverse e famose dello scorso secolo. L’omicidio del presidente americano John Fitzgerald Kennedy ha ispirato romanzi e film in passato, ma ancora oggi restano dubbi e ombre. Un ritrovamento sconcertante collega Dallas alla montagna pistoiese: è un fucile.

JFK, Lee Oswald e la vicenda

image.axd22 novembre 1963: è la data che per molti storici coincide con la perdita dell’innocenza per l’America. I fatti sono chiari. Alle 12:30 (ora locale) il corteo presidenziale a Dallas viene scosso da alcuni colpi di fucile, il presidente Kennedy è la vittima. Come colpevole viene identificato un cecchino ben addestrato, Lee H. Oswald, ex militare. Per indagare sull’accaduto viene creata la Commissione Warren e l’inchiesta si conclude con la conferma della colpevolezza del sospettato. Secondo le indagini l’uomo avrebbe agito da solo o all’interno di un complotto, con l’obiettivo di diventare famoso per l’atto rivoluzionario.

Mia Immagine

Molte ombre

kennedy-1-700x420Successivamente, dal 1976 al 1979, anche un’altra commissione d’inchiesta ha indagato sul caso. Sono emerse una serie di ipotesi da non escludere e i dubbi sono sempre rimasti numerosi. Nel primo calcolo sugli spari si pensava che fossero stati 3. In realtà avanza la convinzione che fossero stati 4: i primi colpi sparati dal fucile imbracciato da Oswald, l’ultimo da un altro uomo (quindi anche da un’altra arma). Per avere più certezze la commissione indagò anche sulla provenienza del fucile e delle pallottole. Vennero fatte svariate prove balistiche, non solo in America. Il fucile, infatti, era stato costruito a Terni. Recentemente il direttore dell’Istituto di Ricerche storiche e archeologiche di Pistoia, Gianluca Iori, ha fatto una scoperta sorprendente.

Da Dallas a Pistoia

lee-oswald-omicidio-kennedy-723160Nella ex sala della presidenza della SMI (Società Metallurgica Italiana), Iori ha trovato un fucile. La particolarità è un cartellino con su scritto «C. Warren», cioè il nome della commissione che indagò sul caso Kennedy. Si tratta di un Carcano 91/38, molto simile a quello dell’omicidio custodito negli USA. Dalle foto di Oswald, analizzate ormai centinaia di volte, emerge che il fucile che spesso imbraccia non è quello custodito in America. Addirittura si pensa che possa essere quello ritrovato a Pistoia. Tra le altre ipotesi sul ritrovamento toscano vi è quella delle prove balistiche fatte nel 1966 a Campo Tizzoro dalla Warren, l’arma potrebbe essere rimasta lì per questa ragione. Potrebbe anche trattarsi del presunto secondo fucile utilizzato e mai ritrovato. Sicuramente questa non sarà l’ultima volta in cui sentiremo parlare di Kennedy e del suo assassinio.

Sara Tonelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.
Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.

The post Kennedy, l’assassinio e il fucile misterioso ritrovato a Pistoia appeared first on Voci di Città.

Mia Immagine