I 15 giorni di copertura del contratto assicurativo non valgono sempre

Senza categoria

Mia Immagine

Il mancato pagamento tempestivo della rata di polizza assicurativascaduta non è una dimenticanza preoccupante per l’automobilista, in quanto il nostro ordinamento prevede che la copertura continui ad operare per i 15 giorni successivi alla scadenza, anche in caso di ritardo.

Mia Immagine

Tuttavia, occorre fare un’opportuna distinzione tra il mancato pagamento del premio o della prima rata di premio e il mancato pagamento dei premi successivi alle scadenze fissate: la proroga dell’operatività della polizza, infatti, vale solo in questo secondo caso.

La norma

L’articolo 1901 del codice civile, del resto, parla chiaro e distingue apertamente le due ipotesi.

Al primo comma, più in particolare, tale norma si occupa del caso in cui il contraente non paghi il premio o la prima rata di premio stabilita dal contratto, specificando che in tali ipotesi l’assicurazione resta sospesa sino alle ore ventiquattro del giorno in cui il contraente provvede a eseguire il pagamento.

Il secondo comma, invece, si occupa del mancato pagamento dei premi successivi, precisando che, se tale ipotesi di verifica, l’assicurazione resta sospesa dalle ore ventiquattro del quindicesimo giorno successivo a quello fissato per la scadenza del contratto.

TACITO RINNOVO:

Il Ddl concorrenza riconosce il divieto di tacito rinnovo sulle coperture per i rischi solo se la stipula è contestuale alla Rc auto. Più precisamente, il testo del Ddl lo prevede «qualora lo stesso contratto , ovvero un altro stipulato contestualmente, garantisca simultaneamente sia il rischio principale sia i rischi accessori».

Nella pratica, le stipule sono spesso contestuali. Ma ci sono casi in cui non lo sono. Si verificano soprattutto quando le reti commerciali delle case automobilistiche o i singoli venditori effettuano offerte promozionali che prevedono l’offerta di una o più garanzie accessorie in omaggio per chi acquista un veicolo. A volte, poi, il proprietario decide improvvisamente di aggiungere una garanzia accessoria a parte perché o ne sente la necessità (può accadere con la furto-incendio quando non si ha più il garage) o perché gliene viene offerta una conveniente da un’altra assicurazione.

In tutti i casi di non contestualità, occorrerà ricordare che il tacito rinnovo resta possibile.(©Il SOLE 24 Ore)

L’articolo I 15 giorni di copertura del contratto assicurativo non valgono sempre sembra essere il primo su .

Mia Immagine