Viaggiare in USA: cosa cambia con il governo Trump?

Senza categoria

Mia Immagine

1 minuto (tempo di lettura)

Il nuovo governo Trump ha dato uno scossone al mondo intero creando dubbi e preoccupazioni, in particolare per quanto riguarda i viaggi negli Stati Uniti e, ancora di più per quanto riguarda il tanto agognato visto. Gli USA stanno infatti prendendo una tendenza piuttosto isolazionista, dedita in particolare alla salvaguardia dei confini e al controllo più ferreo degli ingressi. Dopo il Travel Bann, che vede la restrizione agli ingressi da determinati Paesi considerati pericolosi, gli USA minacciano di muoversi anche verso una restrizione dei viaggi dall’Europa, considerato un continente che non svolge abbastanza controlli contro il terrorismo e, in casi come la Francia, dalle parole del presidente: fucina del terrorismo islamico. Per entrare negli Stati Uniti, al momento, è necessario il classico ESTA; l’ESTA è una richiesta di ingresso effettuabile online dai cittadini italiani, questa richiesta prevede la compilazione di un modulo dove dovremo rispondere ad alcune domande, relative alla nostra persona, al nostro viaggio e alle motivazioni della nostra presenza in America. Una volta compilata la richiesta, riceveremo entro un massimo di 72 ore una risposta e, in caso affermativo, avremo la possibilità di imbarcarci per gli Stati Uniti. Fondamentale è la sincerità; mentire su qualche punto o dare risposte evasive e poco accurate potrebbe costarci un rifiuto o, peggio ancora, direttamente il respingimento una volta atterrati sul suolo americano.

ESTA e governo Trump

congresso-usaAl momento il governo Trump non ha apportato particolari modifiche all’ESTA. In particolare, per i cittadini italiani non dovrebbero esserci cambiamenti effettivi. Di sicuro però le richieste di maggiore controllo porteranno a un numero maggiore di rifiuti, specialmente per casi con precedenti penali e altri coinvolgimenti in attività illecite. Nel complesso comunque la richiesta dell’ESTA rimane invariata e la possibilità di andare in vacanza in America, la stessa.

Mia Immagine

Quanto è possibile permanere negli USA con il modulo ESTA?

In molti si chiedono quanto dura il modulo ESTA, la risposta è molto semplice e precisa: una volta ottenuto l’ESTA sarà possibile rimanere in USA per 90 giorni; superato questo numero sarà invece necessario richiedere un visto. L’ESTA è quindi studiato principalmente per vacanze e viaggi d’affari, tutto quello che supera il limite imposto viene considerata una presenza con altri interessi, che necessiterà quindi un diverso approccio e una valutazione completamente diversa.

Preoccupazioni per il futuro dell’ESTA

trumpigL’attuale situazione mondiale di sicuro non fa ben sperare per la facilità di ottenimento del modulo; tra terrorismo e nuove restrizioni il rischio più grande che si è evidenziato, in particolare a seguito delle dichiarazioni più recenti di Donald Trump, è che vengano rivisti in toto i rapporti con l’Europa e che si ritorni a procedimenti più complessi e macchinosi e, di conseguenza, con inferiori possibilità di successo. Tutto quello che sappiamo per il momento è che le cose rimangono apparentemente le stesse, unica differenza, come già evidenziato sarà una maggiore attenzione da parte delle autorità USA e un maggior numero di rifiuti rispetto agli anni passati, anche per quanto riguarda i cittadini italiani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli di proprietà di Voci di Città, rilasciati sotto licenza Creative Commons.
Sei libero di ridistribuirli e riprodurli, citando la fonte.

The post Viaggiare in USA: cosa cambia con il governo Trump? appeared first on Voci di Città.

Mia Immagine