Nuovo codice della strada e premi assicurativi: la parola all’esperto

Senza categoria

Mia Immagine

Quali sono le novità del nuovo codice della strada? E come si calcola il premio assicurativo di un’ auto? Umberto Sartin, esperto del settore, ci propone interessanti spunti di riflessione e di attenzione sulle nuove norme che regolamentano l’RC auto in Italia con preziosi suggerimenti.

L’Italia ha un costo per la RC auto più alta degli altri paesi?

Prima di tutto bisogna specificare che il divario, negli ultimi anni, si è assottigliato…siamo circa a 140 euro in più rispetto a Germania, Francia, paesi con scenari economici vicini al nostro.

Mia Immagine

Il premio medio si aggira intorno ai 420 euro annui (al netto di imposte).

Questo grazie ai recenti provvedimenti anti frode che hanno migliorato la situazione sinistri nel nostro paese, prima eravamo il paese con il “collo più fragile” i cosiddetti colpi di frusta.

Poi il discorso imposte (circa 23%) incide e non poco rispetto alla media europea.

Inoltre la densità di abitanti rispetto al territorio e la situazione stradale non aiuta il nostro paese.

Ora grazie alla tecnologia, le cosiddette scatole nere, ed i prossimi sistemi di assistenza alla guida installati sulle autovetture ridurremo ancora il divario, infatti i premi sono in discesa (negli ultimi 5 anni circa un 20% in meno).

Come si calcola la RC auto?

Il premio RC auto si calcola come un foglio di excel… nel senso che ad un premio base legato alla tipologia di mezzo si applicano vari coefficienti, ognuno con un suo peso specifico del tipo, in ordine di importanza, zona territoriale, classe di merito, età, alimentazione autoveicolo, allestimento, professione ed ogni altra variabile tariffaria decisa dalle diverse compagnie di assicurazione.

Novità importanti del nuovo codice della strada che un viaggiatore d’affari dovrebbe sempre tenere in considerazione

Il nuovo codice della strada ha introdotto importantissime novità sotto l’aspetto normativo e sanzionatorio introducendo l’omicidio stradale e le gravi lesioni (quelle superiori ai 40 giorni di prognosi)

In verità questo era già previsto dal vecchio codice della strada ma ora sono state introdotte delle varianti che comportano addirittura l’imputazione penale per certi tipi di reati.

Le aggravanti sono, oltre alla vecchie guida in stato di ebrezza e uso di stupefacenti, sorpasso della linea continua, uso del cellulare alla guida, passare sulle strisce pedonali, passare con il rosso.. solo per citarne alcune.

Per quanto questo possa sembrare banale, molto più spesso di quanto pensiamo ci si può trovare in queste situazioni che, combinate alle lesioni ad esempio, possono comportarci seri problemi.

Per questo decisamente utile affiancare alla polizza tradizionale, magari già con rinuncia da parte dell’assicurazione dei alcune rivalse nei nostri confronti, una polizza di tutela legale.

Interessante anche le ultimissime disposizioni in merito all’uso alla guida di smartphone senza auricolari o viva voce o anche in caso un conducente sia sorpreso a messaggiare o utilizzare social network.. multe fino a 800 euro e perdita di punti.

L’articolo Nuovo codice della strada e premi assicurativi: la parola all’esperto proviene da Travel for business.

Mia Immagine

testo