BALDISSONI: “Spalletti ha chiesto garanzie? Non funziona così, siamo noi a scegliere l’allenatore. Stiamo preparando una grande festa per Totti”

Senza categoria

testo

LE PAROLE DEL DG PRIMA DI CHIEVO-ROMA – Il direttore generale Mauro Baldissoni interviene ai microfoni di Premium Sport per parlare della gara che sta per cominciare a Verona ma anche delle strategie future del club:

Totti?
Francesco è un grande personaggio oltre che un immenso giocatore, si diverte a tenere alta la tensione, ma stiamo preparando una bella festa per domenica.

testo

Credete nei miracoli?
No, credo nel lavoro, non nei miracoli. Vincendo tutte e due le partite faremo il record di punti della storia della Roma, se qualcuno sarà più bravo lo applaudiremo.

Spalletti resta?
Noi siamo giustamente concentrati al 100% su queste partite, ci sederemo con il mister alla fine, dobbiamo conquistare quanto possiamo conquistare, il secondo posto dipende da noi.

Anche Spalletti tiene tutti sulla corda…ha chiesto delle garanzie per restare?
Non funziona mai così, non sono gli allenatori a chiedere garanzie alle società, sono le società a scegliere gli allenatori. Con Luciano siamo d’accordo di rinviare il discorso a fine stagione. Non è la prima volta che mi trovo a dire ciò, è una realtà, non ci sono meriti. Con l’allenatore ne parleremo alla fine, è troppo importante quello che ci stiamo giocando, vogliamo raggiungere l’obiettivo del secondo posto, non è un trofeo, ma è importantissimo per la società, non ci sono altri discorsi oltre al campo.

Sabatini all’Inter?
Sono contento per lui, c’è tanto affetto, si è imbarcato in una nuova avventura che lo tiene vive, ha bisogno di entusiasmo e carica emozionale per fare le cose. L’ho visto incuriosito ed entusiasta, sono contento per lui.

Arriverà Pallotta
Si, viene il Presidente. Avremo modo di sederci nei giorni successivi alla partita per programmare la prossima stagione, ma non siamo in attesa del suo arrivo per lavorare, ci è vicino ogni giorno.

testo