Sabato con i big del Pd: Renzi a Comonext, Orlando a Como. E Fratelli d’Italia va all’attacco

Senza categoria

Mia Immagine

La visita di Matteo Renzi a ComoNext, domani mattina, scatena la polemica politica anche in ottica elezioni comunali. Fratelli d’Italia, in una nota, mette nel mirino il candidato sindaco del centrosinistra a Como, Maurizio Traglio, e il suo legame con l’ex premier.
“Traglio, per quanto lui insista su un inesistente profilo civico, è anzitutto il candidato del Pd – scrive il segretario provinciale Marco Mainardi – Ha sempre detto di essere sceso in campo con quel partito perché da quando è guidato da Matteo Renzi “rappresenta l’entità politica più innovativa e impegnata nel rinnovamento del Paese”
“Ecco – prosegue la nota – noi vorremmo ricordare le principali “innovazioni” e i principali elementi di “rinnovamento” portati da Matteo Renzi al governo del Paese: la pressione fiscale quest’anno arriverà a toccare la soglia degli 800 miliardi di euro, la spesa pubblica quest’anno aumenterà fino a 830 miliardi di euro, il total tax rate (carico fiscale complessivo sulle imprese) è arrivato al 68%, “record” in Europa (per fare un esempio, nel Regno Unito è al 33%)”.
“Al candidato Traglio – conclude Mainardi – chiediamo se questi siano i fattori di “innovazione” e riforma che l’azione politica di Renzi ha garantito al Paese, e se lui intenda “rinnovare” Como così come il segretario del Pd ha “rinnovato” l’Italia”.
Tornando al Pd, oltre alla visita a Lomazzo di Renzi, sabato sera sarà a Como anche lo sfidante dell’ex premier alle primarie del 30 aprile, il ministro Andrea Orlando.

Mia Immagine

Mia Immagine