La Toscana in bocca: viaggio nelle eccellenze della cucina regionale

Senza categoria

Mia Immagine

Pistoia – Possiamo davvero considerarlo un percorso multisensoriale quello che” La Toscana in Bocca” mette in atto ormai da te anni. Attraverso questa kermesse, utile per la valorizzazione del territorio pistoiese e delle sue eccellenze eno-gastronomiche, si può davvero compiere un viaggio tra i prodotti tipici e la cucina toscana.

Ben 40 sono i ristoranti presenti, 20 i produttori locali ed 80 le diverse proposte in menu, da degustare. Saranno ben 4 giorni, dedicati alla terra toscana, in particolare a Pistoia che quest’anno è “Capitale della cultura”, che porteranno migliaia di visitatori anche da fuori provincia. Nella scorsa edizione hanno toccato quota 100 mila visitatori che in libertà, Perché non c’è alcun biglietto da pagare, possono girare e curiosare tra i vari stand.  Una formula vincente che continua con la quarta edizione che aprirà oggi alle 18, e continuerà per cinque giorni, quindi fino a martedì 25.

Si possono acquistare i vari piatti e sedersi comodamente al centro della grande piazza, ricreata nella vecchia sede della ferroviaria, oggi chiamata Cattedrale. C’è solo una cosa da fare, convertire gli euro in “bocche”, unica moneta accettata, nelle molte casse presenti all’interno. Il costo dei piatti varia dai 5 agli 8 euro/ bocche e non è obbligo spenderli tutti in un unico stand, ma è interessante compire il proprio pasto anche attraverso le diverse proposte. Quindi il consiglio è quello di girare bene tutti gli stand e appuntare su di un taccuino quanto ci ” intriga” maggiormente, ed il gioco è fatto!

Mia Immagine

I ristoratori di Pistoia e del territorio provinciale,  propongono piatti tipici quali le Pappardelle al Cinghiale, della Locanda del Capitano del Popolo di Checco Bugiani, la Lasagnetta di verdure dell’orto di Toscana Fair,  la Ribollita di mare, proposta dal ristorante Quore di Quarrata. La ribollita è un piatto tipico toscano ma in questo caso rivisitata in chiave marina. Prosegue il giro enogastronomico con i vini della Casa Vinicola Rubattorno,  la tartare al tartufo de La Bussola, il Tonno del maialetto del Chianti, che non è pesce ma è carne di maiale, piatto proposto dalla trattoria La Bettola, dalla Storica Macelleria di via Carratica, Romolo, e dalla macelleria L’Ornello di Erika Geri a Cireglio. Poi si passa al Pesce fritto con acciughe e verdure, proposto da Valerio Ricevimenti. A Pistoia, città interna, stranamente è in crescita la presenza di ristoranti di pesce di qualità, alcuni sono presenti all’evento, altri si possono trovare girando il centro.

Cattedrale del gusto, potremmo chiamare questo spazio, che davvero mette la storia culinaria toscana ” in Bocca” ed a prezzi davvero accessibili.

Per conoscere e stampare il programma con gli espositori potete visitare il sito http://www.latoscanainbocca.it/elenco-espositori-la-toscana-in-bocca/

The post La Toscana in bocca: viaggio nelle eccellenze della cucina regionale appeared first on StampToscana.

Mia Immagine