Dichiarazioni di Pioli nel pre gara di Fiorentina-Inter: i nerazzurri vogliono riscattarsi

Senza categoria

Mia Immagine

Il momento dell’Inter non è dei più semplici. La squadra viene da un punto solo conquistato in tre partite, frutto del pareggio rimediato negli ultimi minuti nel derby contro il Milan. Una situazione che ha compromesso non solo le ultime residue possibilità di raggiungere il treno per la Champions League, ma anche di perdere quello per l’Europa League, obiettivo minimo per la dirigenza nerazzurra.

L’obiettivo ora per l’Inter è riprendersi, già partendo dalla sfida di domani sera al Franchi contro la Fiorentina, anche lei in caduta libera nelle ultime settimane e abbondantemente fuori dalla zona Europa League. I viola guidati da Sousa cercheranno di salvare con una vittoria di prestigio una stagione nettamente al di sotto delle aspettative.

Mia Immagine

Per questo il tecnico dell’Inter, Stefano Pioli non si fida. Ai microfoni di Premium Sport, ha dichiarato che quella contro la Fiorentina sarà una trasferta molto importante, ma non decisiva per le sorti stagionali della squadra nerazzurra. A sei giornata dalla fine, l’Inter avrà infatti molte occasioni per conservare almeno l’accesso all’Europa League, ma non dovrà commettere altri errori.

Stefano Pioli, allenatore dell’Inter

“E’ facile sostenere l’allenatore quando le cose vanno bene”. Così ha detto Pioli, che poi ha proseguito dicendo che per sua fortuna la società dell’Inter sostiene la squadra, anche se “le cose non possono andare sempre bene”. I nerazzurri, ha proseguito Pioli, devono però ottenere risultati migliori.

Il tecnico ha poi proseguito dicendo che il lavoro dei nerazzurri non è cambiato. L’Inter deve diventare una squadra in grado di migliorare la propria posizione in futuro e centrare le posizioni in classifica più alte e restarci. In conclusione, Pioli è tornato a parlare ancora del Derby pareggiato contro il Milan, dicendo che è stata una partita che la squadra doveva e poteva vincere. Per questa ragione, il tecnico ha lavorato con la squadra sulle palle inattive.

 

Mia Immagine