#WomensMarch lanciano una nuova campagna ’10 Actions 100 Days’.

Senza categoria

testo

La grande e storica marcia delle donne americane contro #TheDonald non è stato un punto d’arrivo ma, solo il primo passo verso una serrata resistenza contro un’amministrazione – lo ha dimostrato oggi nel primo giorno di lavoro effettivo alla Casa Bianca quando, ha iniziato a demolire uno dei capisaldi del diritto delle donne a praticare l’aborto – che si accanirà contro di loro in un modo davvero preoccupante e, senza precedenti.

A fronte di questa situazione, le donne americane, le attiviste qui in America e, in tutto il mondo ribadivano durante tutto il percorso della marcia, lo slogan : “La Resistenza comincia oggi” e, per dare seguito a quello che si va determinando come un vero e proprio programma di difesa dei diritti umani di tutti, hanno lanciato una nuova campagna. 

-Le ‘Women’s march’ lanciano la nuova campagna : “10 Actions 100 Days”.

Non appena la marcia del 21 gennaio 2017 aveva vissuto le ultime battute finali, le attiviste hanno subito voltato pagina e, sul sito ufficiale – con poche ma precise parole davano l’inizio al lancio della fase successiva alla straordinaria mobilitazione diventata planetaria.

Ecco che cosa scrivono sul sito le #WomensMarch. 

“Grazie ai milioni di persone in tutto il mondo che, il 21 gennaio, si sono riuniti per alzare la voce.
Ma la nostra marcia in avanti non finisce qui.
Ora è il momento per stare tutti uniti, con i nostri amici, le famiglie e la comunità intera per fare e scrivere la storia.
Unitevi a noi nel lanciare la nuova campagna : “10 Azioni per i primi 100 giorni”. 

Sarà un duro lavoro ma le donne americane ne sono perfettamente consce e, tuttavia, sono molto determinate a contrastare la nuova amministrazione senza indietreggiare di un solo centimetro. Se c’è qualcuno che potrà rendere difficile e problematico il cammino presidenziale di #TheDonald queste, sono senz’altro le donne. 
Sul sito vengono spiegate alcune modalità utili per la nuova campagna.  Le attiviste hanno pensato che la resistenza dovrà svilupparsi giorno dopo giorno e, ben sapendo che, sono proprio i “primi 100 giorni” sono quelli che determinano il successo o meno del nuovo corso – che si prefigge di stravolgere in peggio soltanto la qualità della vita di milioni di persone -, hanno ideato una campagna volta a creare alcuni problemi alla squadra di #TheDonald.

           Prima Azione (1) :  Scrivere ai vostri senatori su ciò che conta per voi.


Le “Donne in marcia” spiegano come fare per procurarsi la scheda necessaria per la campagna.

           Fase 2 :  Scrivere quale questione è più importante – e dicono le donne-attiviste fatelo                con i vostri pensieri.

La successiva fase è anche quella che chiude questo primo atto (composto di 10 azioni n.d.t) della nuova campagna di resistenza contro #TheDonald. 

testo

           Fase 3 : Condividerlo con il mondo. Usare il tag #WhyMarch.

A conclusione di questo lancio, le #WomensMarch ricordano uno dei capisaldi fondamentali per ogni democrazia che si rispetti : “Non c’è vera pace senza giustizia e l’equità per tutti”.
(Fonte.:womensmarch)
Bob Fabiani
Link
-www.womensmarch.com/100    



  

testo