Miccichè si schiera con Ferrandelli “In considerazione appoggio FI a sua candidatura”

Senza categoria

testo

“A chiarimento di quanto sta emergendo in queste ore dalla stampa, dopo il ritiro di Francesco Greco (al quale rinnovo la mia incondizionata stima), avendo già da tempo valutato l’ipotesi di un ampliamento della coalizione dei moderati, sono disposto a prendere in considerazione l’appoggio alla candidatura di Fabrizio Ferrandelli”. Così l’onorevole Gianfranco Micciche’, commissario di Forza Italia in Sicilia, sulla vicenda di Fabrizio Ferrandelli, oggi ascoltato in Procura a Palermo. Proprio una settimana fa, alla notizia dell’avviso di comparizione recapitato a Fabrizio Ferrandelli, per il reato ipotizzato di voto di scambio politico mafioso alle amministrative del 2012, Miccichè su facebook aveva commentato: “Avviso di garanzia a Ferrandelli: a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca”.

Un cambio di passo che stiamo vedere se nelle prossime ore prenderà corpo dopo la promessa conferenza stampa di Fabrizio Ferrandelli, dove il leader dei “Coraggiosi ha promesso di fare il punto sulla vicenda.

“Ovviamente – continua – non prima di aver sentito le sue dichiarazioni sulla vicenda e sempre che non emergano fatti di rilevanza penale, tali da superare il nostro fermo e convinto garantismo”.

testo

“Per la Lega dei Popoli-Noi con Salvini la candidatura di Francesco Greco era l’unica credibile, applaudita e salutata con grande favore anche alla nostra convention lo scorso 17 dicembre a Palermo. Dispiace molto il suo ritiro. È ovvio che adesso si aprono scenari nuovi. Va subito detto che noi sosterremo solo candidati sindaci che rispecchiano i nostri ideali e, con il massimo rispetto, Ferrandelli non ha chiaramente questo profilo”. Questo il commento del deputato della Lega dei Popoli-Noi con Salvini, Alessandro Pagano, coordinatore Sicilia occidentale sull’orizzone di queste nuove possibili alleanze, un orizzonte non condiviso come spiega il leader di Noi con Salvini.

“Allo stesso tempo, le fughe in avanti di Micciché sono la prova concreta che il suo partito non è rispettoso degli equilibri della coalizione: il commissario regionale di FI, così facendo, si assume la responsabilità di farla saltare. Tutto ciò è ovviamente inaccettabile – continua -. Libero di fare ciò c’è vuole, ma è chiaro che in tal caso Micciché rappresenta solo se stesso”.

Leggi anche: Fabrizio Ferrandelli in procura per tre ore: “Sono sereno, convocherò una conferenza stampa

Fabrizio Ferrandelli rompe il silenzio: “Non parlo per rispetto delle Isituzioni”

Il pizzo sulla campagna elettorale, 100 euro a voto: ecco le accuse del pentito Giuseppe Tantillo a Ferrandelli

Ferrandelli indagato per voto di scambio politico-mafioso, lo accusa un pentito del Borgo Vecchio ma il ‘coraggioso’ replica: “Sono amareggiato ma vado avanti”

 

testo