La Shoah dell’Arte 2017

Senza categoria

Mia Immagine

Venerdì 27 gennaio 2017, in occasione della Giornata della Memoria, i presidi culturali presenti nei paesi del sistema ACAMM (Aliano, Castronuovo Sant’Andrea, Moliterno, Montemurro) partecipano alla III edizione de La Shoah dell’arte, un’iniziativa promossa dall’Associazione ECAD con il patrocinio del Presidente della Repubblica per commemorare le vittime dell’Olocausto attraverso l’arte e le testimonianze degli artisti, dei letterati e degli intellettuali in genere, perseguitati e sopravvissuti al genocidio.
Mostre, incontri, proiezione di filmati e laboratori didattici scandiranno l’intera giornata che, per ogni istituto culturale, ha un programma ricco e dettagliato, stilato per celebrare, in una giornata in cui tutto il mondo sceglie di non dimenticare, quel 27 gennaio del 1945 in cui le truppe sovietiche dell’Armata Rossa entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz per liberare i pochi superstiti. È importante, dunque, celebrare la Giornata della Memoria per fermarsi, almeno una volta all’anno, a ragionare e riflettere su quello che lo sterminio sistematico di milioni di individui, per il solo fatto di essere ebrei, abbia significato.
Il bambino del cuore, un olio su tela realizzato nel 1954 da Carlo Levi (Torino, 29 novembre 1902 – Roma, 4 gennaio 1975), sarà l’immagine guida per la Giornata della Memoria organizzata ad Aliano. Subito dopo la presentazione del dipinto si terranno proiezioni di filmati sul tema, introduzioni alla giornata da parte di docenti e dibattiti insieme agli alunni della scuola primaria e secondaria di I grado del paese.
A Castronuovo Sant’Andrea, la giornata del ricordo sarà all’insegna dell’arte di Antonietta Raphaël Mafai (Kaunas, 1895 – Roma, 5 settembre 1975), attraverso l’esposizione, nelle sale del MIG Museo Internazionale della Grafica,di tre opere dalle quale emergono preponderanti i temi guida dell’immaginario dell’artista. La mostra delle opere di Antonietta Raphaël daranno il giusto spunto per un laboratorio didattico ideato per gli alunni della scuola primaria del paese, durante il quale i piccoli partecipanti proveranno a rappresentare in un disegno gli stessi sentimenti espressi dalla Raphaël nelle sue opere grafiche e le suggestioni derivate dalla lettura di un racconto tratto dal volume After the Holocaust di Howard Greenfiel (Greenwillow, 2011, New York). Proiezioni di filmati e un incontro-dibattito si terranno nel pomeriggio a conclusione della manifestazione.
Il MAM – Musei Aiello di Moliterno, aderisce all’iniziativa proponendo come immagine della giornata La baia di Conca dei Marini, un dipinto su tavola esposto nella collezione permanente di Palazzo Aiello 1786 e attribuito al pittore e incisore tedesco Max Pechstein (Zwickau, 31 dicembre 1881 – Berlino, 26 giugno 1955).
La Fondazione “Leonardo Sinisgalli” di Montemurro, per il Giorno della Memoria, aprirà la Casa delle Muse in orario antimeridiano, e il suo Direttore Biagio Russo accoglierà, nella sala che ricostruisce lo studio di Leonardo Sinisgalli (Montemurro, 9 marzo 1908 – Roma, 31 gennaio 1981) e pone in primo piano il ritratto eseguito da Maria Padula nel 1944, gli studenti e i docenti della scuola secondaria di I° grado del paese per una riflessione su “Sinisgalli, via Tasso e la fuga in Basilicata dopo l’occupazione nazista di Roma”.

L’articolo La Shoah dell’Arte 2017 sembra essere il primo su Oltre Free Press – Quotidiano di Notizie Gratuite.

Mia Immagine

Mia Immagine