IL GAMBIA È SULL’ORLO DI UN CONFLITTO

Senza categoria

Mia Immagine

Tutto quello che c’è da sapere su quello che sta succedendo nel paese, dove il presidente Jammeh non vuole lasciare il posto al candidato Barrow che ha vinto le elezioni
 Il presidente del Gambia Yahya Jammeh si rifiuta di dimettersi e lasciare il posto ad Adama Barrow, uscito vittorioso dalle elezioni del 1 dicembre 2016, nonostante la minaccia di un intervento militare da parte degli stati confinanti, tra cui il Senegal. Il giuramento di Barrow sarebbe dovuto avvenire oggi, 19 dicembre, ma Jammeh ha dichiarato lo stato di emergenza, cercando di ritardare il passaggio di potere, appoggiato dal parlamento. Il presidente eletto Adama Barrow ha annunciato che giurerà nell’ambasciata del Gambia a Dakar, in Senegal e ha invitato i cittadini gambiani, con un post su Facebook, a partecipare al giuramento che si terrà alle 17, ora italiana. Le forze militari dell’Africa Occidentale sono pronti a far rispettare il passaggio di potere del piccolo stato dell’Africa occidentale e uno dei più piccoli paesi del mondo, che conta 2 milioni di abitanti. Ma il presidente Jammeh ha dichiarato che qualsiasi intervento esterno sarà considerato un atto di guerra. Il Gambia, che è quasi completamente circondato dal Senegal, nel 1965 ottenne l’indipendenza dall’Impero britannico. Dall’indipendenza fino al 1994, il paese è stato governato da Dawda Jawara, sostenuto dal Partito Progressista del Popolo. Nell’estate del 1994, un colpo di stato portò al potere Yahya Jammeh, militare, esponente dell’Alleanza Patriottica per il riorientamento e la costruzione. lI 12 dicembre 2015 il presidente Yahya Jammeh aveva annunciato la trasformazione del Gambia in una repubblica islamica.Per convincerlo a lasciare il suo incarico, è intervenuto anche il presidente mauritano Mohamed Ould Abdel Aziz, che però non è riuscito a far cambiare idea a Jammeh. Aziz nelle scorse ore ha avuto colloqui anche con Adama Barrow e con il presidente senegalese Macky Sall. “Ora sono però meno pessimista che Jammeh lavorerà su una soluzione pacifica che è nell’interesse di tutti”, ha detto Abdel Aziz. Continua a leggere…..

Mia Immagine

Mia Immagine