Angolini in brodo e VignaLina di Tenuta Santa Caterina

Senza categoria

Mia Immagine

                                                                                INGREDIENTI PER circa 6 PERSONE:
Per il ripieno:
– 400 gr di lonza di maiale disossata
– 300 gr di salamella
– 100 gr di pancetta
– salvia
– chiodi di garofano
– 170 gr di grana padano
– 1/2 bicchiere di vino bianco
– 100 gr di burro
Per la sfoglia:
– 500 gr di farina di tipo ‘0’
– 5 uova
– un piccolo quantitativo di acqua o latte

PREPARAZIONE:
Per il ripieno:
Mettete a cuocere in una casseruola le carni, con il burro, la salvia e i chiodi di garofano il tutto bagnato con un 1/2 bicchiere d’acqua e 1/2 bicchiere di vino bianco, tenendo la pentola coperta.  Una volta ultimata la cottura macinate finemente tutte le carni insieme, aggiungendo un pò del sughetto di cottura. A questo punto aggiungete  il grana padano e iniziate a lavorare il composto, impastate bene e lasciate riposare.

Per la sfoglia:
Fate l’impasto su un asse, preferibilmente di legno. Versate la farina a fontana, scavate un incavo, mettetevi le uova rotte e l’acqua e mescolate con le mani energicamente. Continuate a lavorare la pasta fino ad avere un composto omogeneo ed elastico. Una volta ottenuto un panetto uniformemente liscio, stendete la pasta con un mattarello o usando la macchina per fare la pasta, cercando di formare una sfoglia piuttosto sottile.

Mia Immagine

A questo punto tagliate la sfoglia in quadretti di 6-7 cm di lato, mettete al centro una pallina di composto, piegate diagonalmente il quadratino di pasta, premete bene sugli orli, ripiegateli all’indietro e sovrapponete le
estremità premendole. Quindi metteteli ad asciugare su un vassoio infarinato.
Portate a bollore il brodo (preparato in precedenza con manzo e pollo), buttate gli agnolini e fateli cuocere per qualche minuto.

993-920

 Agnolini in brodo con  VignaLina, Barbera d’Asti DOCG di Tenuta Santa Caterina. L’agnolino mantovano si distingue dal tortellino bolognese non solo per i componenti, ma anche per la forma.
Viene servito preferibilmente in brodo, con l’aggiunta di grana padano, ma è possibile gustarlo anche asciutto con burro fuso e salvia. Se si vuole rispettare la tradizione locale, è possibile servirli in una scodella, aggiungendo al brodo mezzo bicchiere di vino.

COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

Mia Immagine