Ravioli cinesi di carne al vapore

Senza categoria

Mia Immagine

Tranquilli cari cuochetti, oggi non vi annoierò ribadendo ancora una volta quanto io ami la cucina etnica e quanto sia in fissa ultimamente con quella cinese, oppure raccontandovi nuovamente di quanto piaccia a tutti in famiglia … ufffffff ……

No, non lo farò e passo direttamente alla ricetta, gentilmente offertami da Claudia di My Ricettarium.
Ho provato altre ricette ma questa è decisamente quella che più si avvicina all’originale. Anche io mi sono dovuta ingegnare per la cottura, perché non ho né la vaporiera né il cestello in bambù, infatti ho usato un colapasta in acciaio.

Mia Immagine

impasto per 25 ravioli
g 200 di farina 
g 100 circa di acqua bollente
per il ripieno
g 400 di carne macinata di maiale
mezza carota
1 porro
1 foglia grande di verza 
5 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaino raso di zenzero
1 cucchiaio di aceto
per la cottura 
2 o 3 foglie di verza
  • In una ciotola mescoliamo la farina con l’acqua, trasferiamola su una spianatoia e impastiamo fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Formiamo una palla, avvolgiamola nella pellicola trasparente e lasciamola riposare per 30 minuti. 
  • In una ciotola mettiamo il porro e la verza tritati finemente e la carota tagliata a julienne molto sottile, mescoliamo e aggiungiamo la salsa di soia, lo zenzero e l’aceto (non ho messo sale). Per praticità e per venire incontro ai gusti del piccolo chef, io ho passato il tutto velocemente col frullatore ad immersione ma non è necessario, uniamo ora la carne e amalgamiamo bene il tutto.
  • Passato il tempo di riposo riprendiamo la pasta, tagliamo a metà il panetto e ricaviamo 2 cilindri del diametro di 2 cm. circa. Tagliamoli a pezzetti di circa 2 cm. ognuno, poi appallottoliamo ogni pezzetto e, dopo averli appiattiti con le mani, stendiamoli con il mattarello il più sottile possibile (1 mm. circa) formando dei cerchi del diametro di 9 cm. circa .
  • Mettiamo su ogni cerchio di pasta  circa mezzo cucchiaio di ripieno, per chiudere il raviolo ho seguito questo tutorial suggerito da Claudia, o meglio l’ha seguito il piccolo chef visto che si è offerto volontario per questo compito. Adagiamo i ravioli su un piatto grande leggermente unto di olio di semi e copriamoli con un tovagliolo per non farli asciugare.
  • Nel frattempo mettiamo a bollire una pentola d’acqua del diametro giusto per poter posizionare un colapasta o un cestello in acciaio, foderiamolo internamente con le foglie di verza e adagiamo sopra i ravioli. Appena l’acqua bolle, posizioniamo il cestello sopra la pentola, copriamola con un coperchio e cuociamo i ravioli per circa 25 minuti o finché la pasta diventerà leggermente trasparente. Serviteli caldi cosparsi a piacere con salsa di soia.
Ringrazio ancora Claudia per questa strepitosa ricetta.
Buon appetito!

Con questo post partecipo al Link Party Summer by InarteSy.
L’iniziativa scade il 16 agosto
Partecipate!
A presto!

Mia Immagine