Se mia nona la gheva i ball saria sta me nono

Senza categoria

Mia Immagine

Il cielo rosso di milano dopo un pò stanca. E’ triste non vedere le stelle o, se si è fortunati, vederne due o tre.
Il freddo di milano inizia ad essere gradevole, perlomeno fino a quando il freddo non tenderà al ghiaccio.
La nostalgia c’è. Mi manca soprattutto l’odore di salsedine che dalla via marina si diffonde per tutto il centro. Mi manca molto pure quel sole costante, che pure in inverno riscalda. Mi manca la libertà dei movimenti e le bestemmie in macchina intrappolato nel traffico.
Ipotizzo l’eventualità di aver scelto diversamente, ma subito dopo confermo la mia decisione; anche se l’eventualità mi fa sorridere, non in modo ironico ma di piacere. Le viuzze strette e trafficate, il cielo limpido, il vento infinito.
Mi manca un posto come il b’art, un posto dove in dolce compagnia dominavo la città. Mi manca il non avere che fare ogni sera, per finire poi prima al b’art, poi al gatto e a notte fonda in creperia.
Però alla fine anche il duomo non è male, e la galleria mi sovrasta.
Del resto "Se mia nona la gheva i ball saria sta me nono".

Mia Immagine

Mia Immagine